Show dell’attaccante dei veneti nella semifinale di andata dei playoff. Per qualificarsi la squadra di Brocchi dovrà vincere con tre gol di scarto in casa

Un super Cittadella annienta il Monza nella semifinale d’andata dei playoff e vede la finale. È 3-0 il verdetto del Tombolato, frutto di una tripletta di Baldini (la prima da professionista, alla prima da titolare in una gara di playoff di B) che dà agli uomini di Venturato un vantaggio importantissimo in vista della partita di ritorno, in programma giovedì 20. Nonostante le differenze di organico, è stata una gara quasi a senso unico: i veneti l’hanno chiusa già nel primo tempo, con due reti tra il 13’ e il 22’ che hanno tramortito un Monza davvero poco pericoloso. La ripresa non ha svegliato gli uomini di Brocchi, che di fatto sono andati vicini al gol solo al 72’. Così, a cinque minuti dal 90’, è arrivata la zampata di Baldini che ha chiuso definitivamente il match. Ora, al Monza servirà vincere con tre gol di scarto in casa per andare in finale: è difficilissimo, ma non impossibile. L’unica nota stonata, per il Cittadella, le ammonizioni di Adorni e Branca: diffidati, salteranno il ritorno.

LA PARTITA

—  

Al 10’ Diaw trova il vantaggio su azione da calcio d’angolo, ma Ayroldi annulla perché il pallone, sul corner di Barberis, era uscito. Tre minuti dopo il Citta è in vantaggio: cross di Vita dalla destra, Baldini sbuca sul secondo palo alle spalle di Bettella e batte Di Gregorio. Al 22’ il raddoppio, ancora con Baldini: lancio lungo di Kastrati, l’attaccante stoppa col destro, elude la marcatura con una finta e infila nuovamente alle spalle di Di Gregorio. Gli ospiti si vedono poco dopo con una punizione di Scaglia, su cui Kastrati è attento e devia. È ancora il Cittadella ad essere pericoloso, con un sinistro da lontano di Donnarumma che obbliga Di Gregorio a distendersi in angolo. L’occasione più grande per il Monza arriva al 72’: cross di Scaglia dalla trequarti, Mota Carvalho svetta di testa e costringe Kastrati al miracolo; sulla respinta arriva Frattesi (tra i migliori dei suoi), che da pochi passi manda clamorosamente alto. All’85’ Baldini chiude i giochi: Donnarumma se ne va sulla sinistra, rientra e calcia; Di Gregorio è attento e respinge, ma non può nulla sul tap-in del numero 92.

17 maggio 2021 (modifica il 17 maggio 2021 | 21:41)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Source

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x