Solo ieri ha subito il warning della Consob in Italia, che diffidava i risparmiatori da operazioni sulla piattaforma. Ma le pressioni da parte dei regolatori arrivano da ogni parte del mondo, e così l’exchange di criptovalute Binance ha deciso di prendere un primo provvedimento: stop all’offerta di versioni digitali di alcuni titoli, come Tesla, Apple e Coinbase. Il principale cambio di valuta digitale al mondo per volume di scambi ha affermato in un post sul proprio blog l’intenzione di porre fine al supporto per i “token azionari”, le risorse crittografiche legate al valore di determinate azioni.

Token azionari con Cm-Equity Ag: ad aprile l’alert dell’Authority tedesca

Binance aveva offerto i token attraverso una partnership con Cm-Equity Ag, una società di investimento autorizzata con sede in Germania. Secondo Binance, ogni token era interamente supportato da azioni detenute da Cm-Equity Ag. Binance ha inoltre affermato che i token azionari non erano disponibili per l’acquisto sul suo sito web, “con effetto immediato”.

La rivoluzione del dato in cloud: scopri come prenderti cura del nuovo petrolio

La società cesserà il supporto per eventuali token azionari dopo il 14 ottobre e gli utenti potranno venderli o detenerli nei prossimi 90 giorni. Gli utenti europei potranno trasferire le proprie partecipazioni su un nuovo “portale” di Cm-Equity Ag circa due o quattro settimane prima che Binance chiuda tutte le posizioni il 15 ottobre. La società ha affermato che è stata presa la decisione di “spostare la nostra attenzione commerciale su altre offerte di prodotti”.

Con i token, azioni di società quotate senza commissioni

I token azionari di Binance consentono agli utenti di acquistare una frazione delle azioni di società quotate in borsa senza pagare commissioni. Le azioni in offerta includevano Apple, Coinbase, Microsoft, MicroStrategy e Tesla. I prezzi sono stati fissati nella stablecoin ancorata al dollaro della società, Binance Usd.

Ad aprile, l’autorità di vigilanza finanziaria tedesca aveva avvertito gli investitori che Binance aveva probabilmente violato le regole sui titoli con il lancio dei suoi token azionari, aggiungendo che la società avrebbe dovuto affrontare potenziali multe per non aver pubblicato i prospetti degli investitori per gli strumenti.

“Man mano che l’ecosistema crittografico si evolve e Binance cresce come azienda, valutiamo continuamente i nostri prodotti e lavoriamo con i nostri partner per soddisfare le esigenze dei nostri utenti”, ha detto un portavoce di Binance alla Cnbc. “Prendiamo molto seriamente i nostri obblighi legali e ci impegniamo con le autorità di regolamentazione e le forze dell’ordine in modo collaborativo. Non commentiamo questioni o richieste specifiche”.

Pressioni da tutto il mondo

Binance ha dovuto affrontare una crescente repressione da parte dei regolatori di tutto il mondo. Il mese scorso, l’autorità di vigilanza sui mercati britannici ha vietato all’azienda di svolgere servizi regolamentati nel paese, mentre solo ieri l’autorità di regolamentazione dei titoli italiana ha dichiarato che Binance non era autorizzato a fornire servizi di investimento agli italiani. Anche i regolatori in Giappone, Canada e Thailandia hanno emesso avvisi su Binance.
La scorsa settimana, il Ceo di Binance Changpeng Zhao – noto nel settore delle criptovalute come “CZ” – ha affermato che la sua azienda “ha ancora molto spazio per crescere” e che “la conformità è un viaggio” nel nascente mercato degli asset digitali.

Vedi fonte articolo

Source

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x