di Benedetta Moro

Una mostra fotografica e una iniziativa benefica a favore di cani e gatti salvati dall’abbandono: ore di fila per farsi fare una foto con il proprio Fido, e poi la campagna «Alimenta l’amore» di Coop Lombardia con Action Project Animal

Fanno ore di fila. Prima si ritrovavano a San Valentino mentre per questa edizione la due giorni di ritratti sociali è stata organizzata a giugno. Con il loro cane, dal cocker al bassottino a pelo duro, si presentano famiglie – Lele con Marco ed Ester – giovani – Carmela con Lula, che non era poi così quieta come l’avevano descritta in canile – donne e uomini – Aron con Mirko (fu amore a prima vista). Silvia Amodio, giornalista e fotografa, nota a livello internazionale per la sua sensibilità verso tematiche sociali e ambientali, li fotografa con emozione e amore. Ne è venuta fuori una serie di ritratti che indaga anche il rapporto tra umani e animali.

Centotrenta per la precisione gli scatti del progetto “Human dog”, un’iniziativa patrocinata dal Comune di Milano, che rientra nella campagna animalista «Alimenta l’amore» di Coop Lombardia, dal 2014 promotrice di una serie d’iniziative per creare una maggiore sensibilità sul tema del benessere animale. Una selezione di scatti ora è esposta proprio nella sede del set, nel Cortile della Rocchetta, all’interno del Castello Sforzesco, a Milano, fino al 7 novembre. Un lavoro accompagnato anche da un catalogo che, se negli anni scorsi è stato arricchito anche da interventi dell’attore e musicista Moni Ovadia e dello stilista Elio Fiorucci, in questo caso raccoglie una prefazione di un altro amico del progetto, Marco Mazzoli, il celebre conduttore di Radio 105 che vive a Miami.

E proprio in collegamento dall’America ha parlato in video, con la moglie Stefania, per partecipare alla presentazione dell’esposizione, moderata dalla stessa Amodio. Presente anche Giovanna Mori, conservatore e responsabile del Castello Sforzesco di Milano. «Ogni volta che guardo queste immagini, di persone che assolutamente non conosco – ha commentato – immagino qualcosa della loro vita tale è il potere delle foto». A testimonianza che, nonostante il progetto sia nato nel 2016, non annoia mai. Anzi.

A confermarlo Amodio: «In questi anni – racconta la fotografa – durante il consueto appuntamento fotografico al Castello Sforzesco di Milano, ho realizzato più di mille ritratti. Sebbene abbia sempre il timore, prima di ogni appuntamento, di non aggiungere nulla di nuovo al lavoro fatto, devo dire che ogni edizione è diversa dall’altra. Mi sorprende constatare che è proprio la ripetizione a essere un valore aggiunto anziché un limite. Il lavoro diventa una sorta di censimento zooantropologico». Ma il rapporto uomo-cane ha dato ieri modo anche di ripercorrere alcuni aspetti di ciò che unisce i due protagonisti e di alcuni progetti interessanti e innovativi, come quello del patentino a Milano, di cui ha parlato Paola Fossati, garante per la tutela animali del Comune di Milano: questo strumento viene consegnato dopo una serie di lezioni ai padroncini di determinate razze di cani, ritenute pericolose.

Uno strumento che Irene Sofia, biologa, istruttrice cinofila, auspica venga «diffuso per tutte le razze, perché il cane cambia la vita di tutto il nucleo famigliare e per questo è bene approfondire le esigenze diverse che necessita rispetto all’uomo». Il patentino non è invece all’ordine del giorno a Miami, dove però, ha spiegato Mazzoli, padroncino di Zack e impegnato pure nella salvaguardia dell’ambiente con la pulizia delle spiagge, «contro l’abbandono è previsto l’arresto». Ma non solo, l’attenzione verso gli animali è tale che è stata istituita la «giornata del cane in ufficio: credo si stia lavorando molto nelle grandi città per far sì che ognuno porti il proprio animale con sé», ha sottolineato il conduttore.

Ma verso i cani e gli animali d’affezione Coop Lombardia con Alimenta l’amore ha generato tanti altri progetti. A spiegarlo lo stesso vicepresidente Alfredo de Bellis: «Alimenta l’Amore è solidarietà a 360 gradi. Oltre al cibo destinato agli animali in difficoltà (quasi due milioni di pasti agli amici a quattro zampe donati in questi anni, ndr), raccolto nei nostri punti vendita, l’impegno si estende anche ad altre attività. Da anni, grazie alla collaborazione con intellettuali e artisti, prima fra tutti quella con Bruno Bozzetto, promuoviamo anche progetti culturali che hanno come focus una corretta relazione tra uomo e animali. Un tema, quello della natura, molto caro alla nostra cooperativa e particolarmente sentito dai nostri soci».

Rientra tra le iniziative anche la charity bag, riconoscibile dalle immagini di cani e gatti stampate e tratte sempre dalle foto di Amodio. E proprio dal ricavato della loro vendita nei 92 negozi Coop della Lombardia e in tutti negozi «Brico io» sparsi in Italia, è stato possibile raccogliere 40mila euro. Sono stati consegnati ieri simbolicamente (foto) con un grande assegno a Davide Acito, professionista del marketing nella vita, che per passione ha dato vita ad Action Project Animal, di cui è presidente. Un’associazione che si occupa a livello internazionale degli animali e che ora con questo finanziamento avvia «un nuovo metodo per combattere il randagismo nel Sud Italia»: «La sterilizzazione dei cani, che anche vacciniamo».

Dopo un primo esperimento a Lamezia Terme, l’operazione si concentrerà a Guidonia, nel Lazio. «Interveniamo principalmente – spiega Acito – sui cani da pastore e randagi in generale, 120 per ora, su cui non c’è controllo per quanto riguarda i loro accoppiamenti e le nascite. Questo avviene anche perché non sono registrati da nessuno. Allora noi procediamo prima sensibilizzando i pastori affinché registrino i propri animali e poi procediamo con la sterilizzazione». Questa azione, continua il 35enne, «aiuta anche le associazioni locali che fanno un lavoro lodevole, ovvero s’impegnano a far adottare questi cani, ma con un grosso dispendio di energie e risorse. Poi continueremo il nostro progetto anche fuori dall’Italia, dove ci sono altrettanti situazioni fuori controllo».

Source

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x