di Paola Caruso

I dati di lunedì 20 dicembre. Il numero delle vittime è il più alto di questo mese: 40 decessi sono in Lombardia. Il tasso di positività sale al 4,8% con 337.222 tamponi. Ricoveri: +375. Terapie intensive: +21

Sono 16.213 i nuovi casi di coronavirus in Italia (ieri sono stati 24.259, qui il bollettino). Sale così ad almeno 5.405.360 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (compresi guariti e morti) dall’inizio dell’epidemia. I decessi odierni sono 137 (ieri sono stati 97), per un totale di 135.778 vittime da febbraio 2020.

Le persone guarite o dimesse sono complessivamente 4.899.879 e 8.640 quelle uscite oggi dall’incubo Covid (ieri 9.403). Gli attuali positivi — i soggetti che hanno il virus — risultano essere in tutto 369.703, pari a +7.428 rispetto a ieri (+14.803 il giorno prima).

I tamponi e lo scenario

I tamponi totali (molecolari e antigenici) sono stati 337.222, ovvero 229.078 in meno rispetto a ieri quando erano stati 566.300. Mentre il tasso di positività è 4,8% (l’approssimazione di 4,807%); ieri era 4,3%. Qui la mappa del contagio in Italia.

Meno contagi in 24 ore rispetto a ieri. Come ogni lunedì, la curva tocca il «punto minimo» della sua altalena settimanale, per effetto di un minor numero di tamponi (sono quelli processati di domenica) e di conseguenza cresce il rapporto di casi su test perché nel giorno festivo si tende a testare di più chi ha sintomi o chi è stato in contatto con positivi. La tendenza della curva resta in salita e lo si vede dal confronto con lo scorso lunedì (13 dicembre) — lo stesso giorno della settimana — quando sono stati registrati +12.712 casi con un tasso del 4%: oggi, infatti, ci sono più nuove infezioni di quel giorno, con una percentuale superiore (4,8% contro 4%).

«Il 2022 deve essere l’anno in cui metteremo fine alla pandemia», dice il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Tre le regioni sopra la soglia di 2 mila nuovi contagiati: la Lombardia che comunica +2.576 casi grazie a quasi 57 mila tamponi, ossia il numero di test regionali più alto della giornata, con un tasso del 4,5% (inferiore a quello nazionale) e supera la quota di un milione di contagi dall’inizio dell’emergenza (nello specifico 1.000.437 totali, compresi guariti e deceduti). Ci sono poi l’Emilia-Romagna che segnala +2.369 casi con tasso 10,8% calcolato su 21.911 analisi e il Veneto che ha +2.304 casi con tasso 5,6% calcolato su 40.910 campioni presi in esame.

Le vittime

Drammatico il bilancio delle vittime: sono 137 nel bollettino contro le 97 di ieri. Purtroppo si tratta del dato più alto di questo mese, che supera i 129 decessi del 15 dicembre. Ricordiamo che esattamente un anno fa, il 20 dicembre 2020 (una domenica), le persone che hanno perso la vita a causa del Covid sono state 352, precisando che in quella settimana (14-20 dicembre 2020) la media delle vittime è stata di circa 611/die.

Come di consueto, nel conteggio odierno sono stati inseriti almeno 6 decessi pregressi della Campania e due della Basilicata, come indicano le note in basso (quelli della Sicilia sono avvenuti tutti nelle ultime 48 ore). Ad avere zero lutti sono sei regioni/province: Umbria, Sardegna, Molise, Valle d’Aosta, provincia di Trento e provincia di Bolzano. Mentre il maggior numero di morti è in Lombardia (40).

Il sistema sanitario

Prosegue l’incremento delle degenze in ogni area. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono +375 (ieri +150 ), per un totale di 8.101 ricoverati. I posti letto occupati in terapia intensiva (TI) sono +21 (ieri +13) — si tratta del saldo tra le persone uscite e quelle entrate in TI —, portando il totale dei malati più gravi a 987, con 73 ingressi in rianimazione (ieri 78).

I casi regione per regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per regione, è quello dei casi totali (numero di persone trovate positive dall’inizio dell’epidemia: include morti e guariti). La variazione indica il numero dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore. Qui la tabella con i dati complessivi fornita dal ministero della Salute.

Lombardia 1.000.437: +2.576 casi (ieri +5.397) con 56.968 tamponi
Veneto 580.604: +2.304 casi (ieri +3.442) con 40.910 tamponi
Campania 518.391: +1.308 casi (ieri +2.006) con 21.153 tamponi
Emilia-Romagna 492.029: +2.369 casi (ieri +2.500) con 21.911 tamponi
Lazio 459.386: +1.638 casi (ieri +2.404) con 35.689 tamponi
Piemonte 428.838: +1.581 casi (ieri +1.569) con 49.781 tamponi
Sicilia 343.154: +608 casi (ieri +1.212) con 13.905 tamponi
Toscana 318.299: +955 casi (ieri +1.370) con 15.639 tamponi
Puglia 287.569: +414 casi (ieri +497) con 14.744 tamponi
Friuli Venezia Giulia 144.105: +277 casi (ieri +487) con 8.855 tamponi
Liguria 134.915: +610 casi (ieri +754) con 7.237 tamponi
Marche 133.683: +300 casi (ieri +649) con 2.561 tamponi
Calabria 101.124: +475 casi (ieri +449) con 4.643 tamponi
P. A. Bolzano 96.396: +114 casi (ieri +188) con 18.149 tamponi
Abruzzo 93.456: +179 casi (ieri +361) con 9.679 tamponi
Sardegna 82.582: +259 casi (ieri +222) con 3.229 tamponi
Umbria 71.295: +120 casi (ieri +356) con 5.363 tamponi
P. A. Trento 56.244: +81 casi (ieri +204) con 5.618 tamponi
Basilicata 33.040: +3 casi (ieri +127) con 297 tamponi
Molise 15.496: +2 casi (ieri +23) con 168 tamponi
Valle d’Aosta 14.317: +40 casi (ieri +42) con 723 tamponi

I decessi regione per regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per regione, è quello dei morti totali dall’inizio della pandemia. La variazione indica il numero dei nuovi decessi registrati nelle ultime 24 ore.

Lombardia 34.776: +40 decessi (ieri +18)
Veneto 12.175: +5 decessi (ieri +9)
Campania 8.352: +15 decessi (ieri +2)
Emilia-Romagna 14.030: +23 decessi (ieri +16)
Lazio 9.157: +14 decessi (ieri +13)
Piemonte 11.953: +2 decessi (ieri +3)
Sicilia 7.355: +6 decessi (ieri +10)
Toscana 7.493: +6 decessi (ieri +4)
Puglia 6.941: +4 decessi (ieri nessun nuovo decesso)
Friuli Venezia Giulia 4.132: +7 decessi (ieri +7)
Liguria 4.526: +6 decessi (ieri +4)
Marche 3.194: +2 decessi (ieri +2)
Calabria 1.550: +2 decessi (ieri +5)
P. A. Bolzano 1.284: nessun nuovo decesso (ieri +1)
Abruzzo 2.620: +3 decessi (ieri +2)
Sardegna 1.713: nessun nuovo decesso (ieri +1)
Umbria 1.498: nessun nuovo decesso per il terzo giorno di fila
P. A. Trento 1.405: nessun nuovo decesso per il secondo giorno di fila
Basilicata 629: +2 decessi (non si avevano decessi dal 30 novembre)
Molise 508: nessun nuovo decesso per il terzo giorno di fila
Valle d’Aosta 487: nessun nuovo decesso per il quarto giorno di fila

Qui tutti i bollettini del 2021, qui quelli del 2020. Qui le notizie della giornata.

Il Corriere ha creato una newsletter sul Coronavirus. È gratis: ci si iscrive qui.

La Regione Basilicata comunica che n. 2 decessi riportati in data odierna sono avvenuti il 17/12/2021.

La Regione Campania comunica che a seguito delle verifiche quotidiane, si evince che sei decessi registrati oggi risalgono ad un periodo compreso tra il 6/03/2021 e il 17/12/2021.

La Emilia-Romagna comunica che sono stati eliminati 5 casi, positivi a test antigenico ma non confermati da tampone molecolare.

La Regione Friuli Venezia Giulia comunica che il totale dei casi positivi è stato ridotto di 3 a seguito di 2 test antigenici non confermati dai successivi tamponi molecolari.

La PA di Bolzano comunica che in data odierna oltre ai test antigenici di oggi sono stati comunicati i test antigenici riferiti alle giornate del 18 e 19.12.2021, aggiunti in seguito a ricalcolo.

La Regione Sicilia comunica che dalla data odierna la rilevazione del dato aggregato relativo ai casi positivi, test antigenici e molecolari, verrà riferita ai dati diagnosticati del giorno precedente, fino alle ore 24 come da Nota prot. 51171 del 15/12/21. I decessi riportati oggi sono avvenuti: n. 3 il 19/12/21 n. 3 il 18/12/21.

La Regione Umbria comunica che il dato “persone testate” è inferiore ai giorni precedenti a seguito di unificazioni anagrafiche per doppie posizioni che hanno quindi portato ad un allineamento in senso negativo (riduzione) del suddetto dato.

Source