A margine della partita contro il Torino, l’allenatore in seconda dell’Inter, Cristian Stellini, ha parlato ai microfoni di Sky

“Sono vittorie molto importanti, queste partite non sono semplici da giocare perché i tre punti erano importanti anche per il Torino, che ci ha aspettati. Servono grandi giocate per sbloccarle, come quella del secondo gol”.

Eriksen e Sanchez hanno cambiato la partita.
“Certamente l’ingresso di Sanchez ed Eriksen ha cambiato la partita e lo sapevamo. Ci aspettavamo proprio da loro due il cambio di marcia e ci avevamo lavorato in settimana usandoli come arma in più”.

Eriksen sembra molto più inserito nel gruppo.
“Christian ha svoltato nell’essere decisivo nelle nostre partite. All’inizio doveva abituarsi a un calcio differente, molto tattico, che non ti consente errori. Lui si è adattato bene al campionato e al sistema di gioco che gli proponiamo”.

Come si allenano insieme Lukaku e Lautaro?
Loro hanno tante frecce al proprio arco. Sono fisici, veloci, bravi in area. Uno completa l’altro. Lukaku è punto di riferimento continuo e Lautaro è più mobile. Inoltre si sacrificano nell’aiutare la squadra in fase difensiva. Sono molto disponibili anche in allenamento”.

Com’è Conte vissuto dall’alto?
“Interviene sempre, non esistono pause. È la nostra guida e la nostra forza, deve essere così. Ci aspettavamo questa partita fosse complessa e alla fine ha fatto i complimenti ai ragazzi, spiegando che ci saranno altre partite così”.

Com’è il suo rapporto con Conte?
“Il nostro è un rapporto costante, ma non mi piace parlare del mio rapporto, piuttosto parlerei di quello di tutto lo staff. Io rappresento uno staff e ci sono tanti collaboratori come me che comunicano costantemente con il mister. Lavoriamo per supportare le sue idee, il lavoro è tanto e ci mettiamo grande impegno”.

Source

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x

Pin It on Pinterest