La squadra di Mihajlovic rimonta per due volte, rispondendo con De Silvestri e il Trenza alle reti di Faraoni e del croato

Una partita molto aperta produce un 2-2 tutto sommato piacevole tra Verona e Bologna, con la squadra di Juric che resta davanti di tre punti a quella di Mihajlovic.

LA PARTITA

—  

Verona e Bologna da diverse giornate non hanno più nulla da chiedere al campionato e il pareggio è un risultato onesto. Forse i veneti hanno attaccato complessivamente di più, ma tra i due portieri quello con il voto più alto è Pandur. Pronti-via e il Verona passa, con Faraoni che sugli sviluppi di un corner non ha difficoltà a battere Ravaglia. Risponde il Bologna con un gol dalla dinamica simile, dopo che il cross di Soriano è sporcato da Faraoni e di fatto diventa un assist per De Silvestri. Nel Verona c’è Kalinic, che dà finalmente segni di vita: prima colpisce di testa l’incrocio dei pali, poi nella ripresa beffa Tomiyasu con un movimento da grande attaccante sul primo palo e segna sfruttando l’assist di Lazovic. Mihajlovic non ci sta a perdere: butta dentro Orsolini e Barrow e trova un meritato pareggio con Palacio, che continua a tenere il campo alla grande e pareggia con un sinistro in spaccata.

17 maggio 2021 (modifica il 17 maggio 2021 | 23:06)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Source

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x