ARTE

A Firenze una tecnica innovativa e naturale ha consentito un restauro senza precedenti dei marmi di Michelangelo della Cappella dei Medici

di Lorenzo Nicolao

I marmi che hanno fatto la storia dell’arte splendenti come quando sono stati scolpiti. Oggi tutto questo è possibile grazie a una tecnica innovativa e naturale. Far tornare le opere d’arte più antiche allo splendore che avevano alle origini è da sempre l’obiettivo dei restauratori, ma spesso le tecniche utilizzate rischiano di risultare aggressive o, peggio, di alterare e rovinare il capolavoro stesso. Per certi capolavori, sarebbe una follia prendersi questo rischio, ma la ricerca per migliorare le tecniche tradizionali e introdurne di innovative non si è mai fermata. La patina originale delle opere, soprattutto per le sculture in marmo, è infatti qualcosa da preservare, sebbene lo sporco sia difficile da rimuovere senza rischiare di contaminare l’opera iniziale stessa. Ora però, il supporto scientifico del Cnr e il gruppo di ricerca di biotecnologie microbiche dell’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) sembrano aver fatto un decisivo passo in avanti verso il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Source

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x