Non cambia nulla sotto il profilo stilistico ma questa nuova Mazda CX-5 2020 qualche novità interessante ce l’ha soprattutto in termini di interni: innazitutto è stato introdotto il nuovo schermo da 8″ per il sistema multimediale MazdaConnect (con apple carplay ed android auto) ma poi sono stati evoluti anche alcuni concetti di interno ed interfaccia uomo macchina grazie all’arrivo delle palette del cambio automatico sul volante e piccoli accorgimenti per vivere meglio l’abitacolo della vettura come l’illuminazione a led dell’abitacolo. Novità anche per il sistema di trazione integrale, che oltre a ripartire la coppia 200 volte al secondo tra i due assi ora frena anche le singole ruote simulando la presenza del differenziale autobloccante, mentre in termini di omologazione a fronte dell’arrivo dell’Euro6d per tutti i motori (diesel con adblue) è stato aggiornato il 2.0 benzina da 165 cv con l’introduzione della disattivazione di due dei quattro cilindri quando i carichi di lavoro sono bassi. Confermatissimi, invece, i due livelli di potenza per il 2.2 diesel: 150 e 184 cv con valori di coppia massima fino a 445 Nm a 2.000 giri. Una vettura spaziosa, con 494 litri di bagagliaio ed una lunghezza relativamente compatta (455 cm) sviluppata attorno ad un passo di 270 cm che permette di avere un buon livello di spazio in abitacolo. Una vettura che costa 32.350 euro nel modello d’accesso (2.0 benzina, anteriore, cambio manuale) ma sale negli allestimenti top con il motore 2.2, trazione integrale e cambio automatico sino ad oltre 46.000 euro. Ecco la nostra prova su strada test drive a cura di Emiliano Perucca Orfei Masterpilot

Source

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x