di Salvatore Riggio

Gli episodi sarebbero avvenuti tra l’ottobre 2020 e l’agosto 2021 e riguardano tre ragazze di età superiore ai 16 anni. Il giudice ha rifiutato la richiesta di cauzione e ha posto il calciatore in custodia cautelare rinviando l’udienza al 10 settembre

(Getty Images)

Guai per Benjamin Mendy, il 27enne terzino francese del Manchester City. Il club inglese lo ha ufficialmente sospeso, dopo le accuse dalla giustizia inglese. Sul giocatore, come spiegato dal Crown Prosecution Service, il pubblico ministero inglese, gravano quattro accuse per stupro e una per violenza sessuale.

«Il Manchester City può confermare che dopo essere stato accusato dalla polizia, Benjamin Mendy è stato sospeso in attesa di un’indagine. La questione è soggetta a un processo legale e il club non è quindi in grado di formulare ulteriori commenti fino al completamento di tale processo», si legge sulla nota del club allenato da Pep Guardiola e arrivato in finale di Champions a maggio (sconfitto da Chelsea di Thoma Tuchel).

Da quanto emerso, si presume che i reati si siano verificati nel Cheshire tra l’ottobre 2020 e l’agosto 2021 e riguardano tre ragazze di età superiore ai 16 anni. La Chester Magistrates Court ha ascoltato Mendy venerdì 27 agosto: il giudice ha rifiutato la richiesta di cauzione e ha posto il calciatore in custodia cautelare rinviando l’udienza al 10 settembre. Mendy veste la maglia dei Citizens dal 2017 e in quattro stagioni ha collezionato 72 presenze, segnando due gol.

Partecipa alla discussione

Caratteri rimanenti 300

Source

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x