di Redazione online

I pubblici ministeri indagano per risalire a eventuali responsabilità sull’incidente avvenuto sulla pista

La Procura di Vercelli ha aperto un’inchiesta sulla morte di Filippo Allorio, lo sciatore 15enne di Invorio, nel Novarese, deceduto all’ospedale di Novara per le lesioni subite in una caduta sulle piste del comprensorio di Alagna Valsesia, in provincia di Vercelli. L’ipotesi di reato è di omicidio colposo.

I pubblici ministeri indagano per risalire a eventuali responsabilità sull’incidente, avvenuto sulla pista di rientro, classificata rossa, da Pianalunga ad Alagna. Al vaglio degli inquirenti possibili negligenze o mancanze dal punto di vista della sicurezza. Al momento non è stato comunicato se ci sono indagati o se le indagini sono a carico di ignoti. Non è esclusa una perizia sul luogo dell’incidente, mentre è probabile che verrà disposta l’autopsia sul corpo del 15enne deceduto.

Il giovane, che faceva parte di un gruppo impegnato in una lezione e seguito da un maestro di sci, stava effettuando una discesa lungo la pista di rientro: l’incidente è avvenuto lungo un falsopiano in località Zaroltu dove il ragazzo è stato trovato a terra, privo di sensi e in arresto cardiaco. Il tratto era battuto e considerato di media difficoltà. «Verso le 10 di sabato 18 dicembre — spiega una nota della Procura — una pattuglia della Stazione del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Alagna Valsesia, impegnata nella vigilanza delle piste da sci, era allertata per prestare i primi soccorsi all’adolescente che giaceva oltre la pista battuta di media difficoltà, in stato di arresto cardiocircolatorio. Dopo il massaggio cardiaco, il ragazzo era prelevato dall’eliambulanza, dotato di equipe medica, per essere trasportato presso l’ospedale di Novara, dove veniva sottoposto ad un intervento chirurgico e successivamente constatato il decesso».

Filippo viveva a Invorio, in provincia di Novara, con i genitori Rossella e Claudio e il fratello gemello Matteo. Entrambi i ragazzi erano studenti della quinta ginnasio al Don Bosco di Borgomanero, dove avevano frequentato anche le scuole medie.

La newsletter del Corriere Torino

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Torino e del Piemonte iscriviti gratis alla newsletter del Corriere Torino. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui

20 dicembre 2021 (modifica il 20 dicembre 2021 | 18:06)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Source