Il lancio in Italia della nuova divisione di MEC Wavemaker, interamente dedicata al content marketing (leggi news), è stato anche l’occasione per riflettere con il Ceo Luca Vergani sul nuovo ruolo delle agenzie media oggi e sull’andamento di MEC nel 2016.

Come ha spiegato il manager ai microfoni di ADVexpressTv, le agenzie media di nuova generazione per crescere dovranno consolidare tre direttrici: i volumi, attraverso uno sviiluppo organico e conseguente guadagno di quote di mercato, l’incremento della redditività, implementando nuovi servizi a valore aggiunto, che garantiscono una migliore marginalità e attribuiscono un ruolo più rotondo nei confronti delle aziende; e infine l’innovazione di prodotto e tecnologia.

Tra le aree sulle quali MEC sta investendo, oltre naturalmente al digitale, che ormai non può essere più considerato un territorio innovativo, la consulenza con MEC Consulting, l’area del reporting per potenziare le capacità di misurazione, l’e-commerce (in quest’ambito MEC ha attivato una collaborazione con Triboo, ndr), i progetti di CRM, le piattaforme, come ad esempio la nuova Content Hub, che mette contenuti a disposizione dei publisher digitali, e il contenuto.

Nell’area della sovrapposizione tra i servizi a valore aggiunto e l’innovazione nasce MEC Wavemaker, con cui MEC si propone di fare la differenza nel mercato della gestione e creazione di contenuti. Come ha dichiarato Vergani ai nostri microfoni, l’approccio della nuova struttura si distingue perché comincia con l’intercettare i bisogni e i comportamenti dei consumatori nel corso del loro customer journey, per creare contenuti in grado di generare concreti risultati di business.

MEC attualmente conta in Italia 300 addetti, distribuiti nelle cinque sedi di Milano, Verona, Torino, Firenze e Roma.

Come ha affermato Vergani ai microfoni di ADVexpressTv, il 2016 è stato un anno positivo per MEC, che chiuderà l’anno con fatturato in crescita del +10%. Una crescita dovuta non tanto all’attività media in senso stretto quanto soprattutto ai nuovi servizi a valore aggiunto, tra cui quelli innovativi in ambito digitale, e alle altre aree di sviluppo, come ad esempio quella legata agli eventi, rappresentata da MEC Access.
Leggi la news completa su www.advexpress.it

Source